Il Richiamo della foresta di Jack London in regalo per voi!

 

richiamo-foresta-joybook (1)

Questo libro è in FREE DOWNLOAD!   CLICCA QUI

 

 

Proprio così, cari Amici!

Da oggi e per un periodo abbastanza lungo,patriziabarrera.com vi offrirà i classici della letteratura Americana in meravigliosi pdf pronti da scaricare gratis, e che si aggiungeranno  ai tanti, tantissimi libri che sono già presenti sul sito e che vi ho regalato in questi anni.

Come sapete,patriziabarrera.com è un sito a molte facce. Oltre alla mia musica, edita ed inedita, in ascolto GRATUITO 24/7 anche da telefonino, il sito è ricco di contenuti intelligenti e divertenti, che potrete acquistare o anche ricevere assolutamente in regalo.

I Libri GRATIS sono uno di questi contenuti che vi offro. Sono tutti dedicati, come questo blog, alla OLD AMERICA, ai suoi personaggi illustri, la sua storia, la sua musica e ai molti volti di questo di questo Nuovo Continente che, tra brutture e meraviglie, ha contribuito a cambiare il mondo. E, soprattutto, sono in ITALIANO!

Il libro di oggi è IL RICHIAMO DELLA FORESTA, diJACK LONDON. 

E’ un romanzo breve scritto e pubblicato dall’autore dalla vita e dalla personalità difficili nel 1904. Diventato da subito un classico della letteratura mondiale, è stato annoverato tra i migliori libri di avventura per ragazzi, ed è davvero l’apoteosi dei buoni sentimenti e dell’amicizia tra un uomo e un cane.

Ecco la trama.

Il romanzo è ambientato inizialmente in California, nella soleggiata Valle di Santa Clara, nel 1897. Il cane Buck, figlio di un maschio sanbernardo e di una madre pastore scozzese, vive nella grande villa di un magistrato, il giudice Miller. Inizia la “corsa all’oro del Klondike“, aumenta la richiesta di cani da slitta, unico mezzo di locomozione nella gelata estremità settentrionale del continente americano, e pertanto Buck viene venduto dal giardiniere del suo padrone a un losco e brutale trafficante, il quale lo maltratta e lo rinchiude in una cassa affinché sia trasportato da una nave tra i ghiacci del Klondike.

Affidato a un brutale addestratore di cani («l’uomo dal maglione rosso»), Buck conosce la «legge della zanna e del bastone»: picchiato selvaggiamente, aggiogato a una muta guidata dal cane Spitz e costretto infine a diventare cane da slitta. Buck impara a difendersi dagli altri cani; uccide anzi Spitz e diventa capo della muta. Cambia padroni, ma non diminuiscono i maltrattamenti. Dopo essere stato al servizio di tre cercatori d’oro litigiosi e incapaci, Buck sta per essere ucciso, ma viene salvato dal cercatore d’oro John Thornton. Scoppia l’amore di Buck per il suo salvatore, che salva più volte da situazioni pericolose e infine gli fa vincere una grossa somma in una scommessa, tirando da solo una slitta con un carico di mille libbre.

La vincita permette a Thornton di recarsi a est, in cerca di una miniera abbandonata ai margini di una foresta. Qui Buck comincia a sentire «il richiamo della foresta»: vi si addentra, incontra altri lupi, uccide un alce. Quando ritorna all’accampamento scopre che Thornton e compagni sono stati uccisi dagli indiani Yeehats. Buck li vendica, scagliandosi contro gli Yeehats; poi il richiamo della foresta si fa dentro di lui sempre più irresistibile. Buck decide quindi di vivere nella foresta insieme a un branco di lupi, di cui diventerà il capo.

(da Wikipedia)

E’ innegabile che nel rapporto tra Thornton e Buck ci sia molto della personalità di London e moltissimo della sua vita tormentata. E’ anche il rigurgito nostalgico di una società che si avviava alla industrializzazione selvaggia e al capitalismo, ma ancora legata all meraviglia dei paesaggi incontaminati dell’America del nord e ad uno stile di vita sicuramente difficile, ma luminoso nel suo senso di libertà. E’ infine uno spaccato meraviglioso della Corsa all’Oro Americana, che nel romanzo ci pare di toccare con mano, poiché emerge viva nella sua storia di morte e di avventura.

Centinaia di traduzioni diverse in tutte le lingue del mondo e decine di adattamenti cinematografici  (il primo addirittura nel 1908 col nome di THE CALL OF THE WILD)   hanno regalato a Il Richiamo della Foresta l’immortalità.

Mi è sembrato quindi giusto regalarvi per primo, tra i classici della letteratura Americana, proprio questo libro, che troverete in FREE DOWNLOAD in formato pdf  su patriziabarrera.com.

Come gli altri libri in regalo, anche Il richiamo della Foresta è in dominio pubblico. Quindi potete scaricarlo , stamparlo e regalarlo anche voi o inserirlo nei vostri siti/blog.

Quindi, cosa aspettate? Regaliamo la cultura, poiché solo attraverso di essa saremo in grado di cambiare il mondo!

Alla prossima con un nuovo meraviglioso libro in regalo!

 

giphy (6)

 

Emigrati in America : quando gli Italiani erano negri

 

photo_slideshow_max 

Quando le prime ondate di immigrati Italiani arrivarono in America per il Governo Statunitense e anche per l’ immaginario collettivo si trattava di persone dotate di una certa dignità e inequivocabilmente “bianche “

In effetti i primi a sbarcare nel nuovo continente furono i Friulani, poveri contadini lasciati affogare nella propria povertà dai Savoia che, nella loro opera di pseudo-unificazione si erano completamente dimenticati del Friuli Venezia Giulia e del Veneto. Si trattava di gente dai caratteri somatici chiaramente nordici, di statura alta e con occhi e pelle chiari che non sfiguravano sul suolo Americano già in sentore di ideologia Ariana.
Tuttavia affermare che questo fu l’ unico motivo per cui essi vennero accolti bonariamente e avviati senza indugio al processo di Americanizzazione sarebbe altamente riduttivo. Vari fattori hanno contribuito a danneggiare l’ immagine dell’ Italiano in America, primo tra tutti l’ acceso razzismo scientifico che imperversava in Europa, seminascosto dagli ideali di Nazionalismo e Patriottismo. Ancora una volta furono i Savoia i principali artefici di questo processo di corruzione,a giustificazione dei sanguinosi misfatti e delle ruberie operate soprattutto nel sud Italia, che venne completamente spogliato dei propri beni e delle operose aziende.

Continua a leggere

Colori, in regalo per voi!

Cari Amici, oggi ho per voi una promozione davvero interessante. Colori , il mio primo libro di narrativa , una mini raccolta di racconti brevi di carattere introspettivo e surreale, è in Regalo per Voi! Basta acquistare ad un prezzo promozionale il mio album, Luci e Ombre – Inedite , per ottenere il libro in download immediato. L’ Album e il Libro seguono due linee di ispirazione molto simili. Luci e Ombre, in stile rock – blues con brani interamente firmati da me, mostra in musica gli aspetti belli e brutti della vita. Colori ne offre le suggestioni più profonde, quelle che partono dall’ Anima e vanno oltre la realtà. Entrambi si completano a vicenda, per un’esperienza globale all’avanguardia che possa unire musica e scrittura. Un esperimento nuovo di cui potete usufruire per ora SOLO sul mio sito ufficiale. Colori infatti non è in vendita sulle librerie, almeno non ancora. Affrettatevi dunque, perchè l’ offerta lancio scade ai primi di novembre 2016! Buon Divertimento!

Sorgente: Colori, in regalo per voi!

Il Mistero di Casa LaLaurie

 

wendigo

 

 

L’ old America è ricca di misteri. Molti di essi affondano le radici in storie maledette e fatti di sangue, sotto cui si nascondono spesso convinzioni razziste e atteggiamenti discriminanti.
E’ questo il caso di uno dei palazzi più famosi della Louisiana, terra di schiavi e di torture, ancora oggi considerato ” infestato ” in quanto scenario di avvenimenti raccapriccianti e oscuri.
Sto parlando de La maison LaLaurie , che nel 1831 balzò agli onori della cronaca nera indignando la popolazione per dichiarati soprusi perpetrati sui propri servi da una delle famiglie più ricche e in vista del tempo. Non tutto ciò che si racconta è vero. Alcuni aspetti della triste vicenda furono esasperati , sulla scia dei nuovi orientamenti politici che di lì a poco avrebbero condotto l’America alla spaccatura della Guerra di Secessione. Sicuramente la posizione sociale privilegiata dei LaLaurie aveva permesso , e coperto, la loro condotta.
Si trattava di una famiglia ricca e potente, che frequentava la crema della società e che in pubblico mostrava atteggiamenti progressisti e liberali nei confronti degli schiavi, al punto da affrancarne ben due in uno Stato in cui le Leggi segregazioniste non solo imperavano ma rispecchiavano una mentalità comune. Ciò che successe fu quindi riflesso degli orrori dell’epoca..
Quando esplose lo scandalo si accertò che molti dei conoscenti avevano dubbi, se non certezze, che i LaLaurie nascondessero orrendi segreti e che quella che mostravano in pubblico fosse solo una bella facciata. Tuttavia, se l’ incendio che divampò nella magione non avesse messo in luce gli scempi effettuati sugli schiavi nessuna di queste persone avrebbe mai parlato, proprio in virtù di quell’ ipocrita perbenismo di cui era permeata la società del tempo.
Ne è riprova il fatto che nessuno aveva mai espresso indignazione rispetto alla professione di uno dei mariti della giovane Delphine, che era un commerciante di schiavi e che aveva continuato ad esercitare l’ indegno mestiere anche quando questo fu dichiarato illegale nello Stato della Louisiana. L’indignazione, a quanto pare, fu sentimento pubblico solo davanti all’evidenza dei fatti, che non poterono più essere coperti o negati. Da quel momento la vicenda di casa LaLaurie si gonfiò a dismisura, complice la scrittrice Harriet Martineau. che, malgrado la sua proverbiale obiettività, in quel caso non si mantenne neutrale nella vicenda di Madame Delphine. IN questo post cercheremo quindi di capire come andarono realmente le cose e perchè, ancora oggi, Maison LaLaurie è annoverata tra le case infestate più famose degli Stati Uniti d’America.

Continua a leggere

 

Libri Gratis sotto l’ ombrellone!

 

fish11

 

Libri, libri, libri!  Cosa c’è di meglio in estate, oltre a un bel bagno a mare e una cena con gli amici, di una sana e interessante lettura, mollemente adagiati sul vostro lettino sotto l’ ombrellone?  Gli ebooks che vi offro oggi sono semplici, interessanti e quasi esclusivi. Vi ricordo che sono di dominio pubblico e quindi li potrete non solo leggere, ma anche regalarli oppure metterli sui vostri blog.  Se vi va potreste anche stamparli, rilegarli e unirli alle centinaia di libri che ciclicamente patriziabarrera.com vi mette a disposizione, sempre sul magico mondo della Old America e degli argomenti ad essa collegati. Alcuni sono in Italiano, altri in Inglese: scaricateli Gratis e velocemente e leggeteli comodamente sul vostro telefonino o tablet.

Eccoli qui.  Cliccate sulle foto e arriverete direttamente al mio sito da cui il download sarà immediato.

 

Amara_ America_ Meravigliosa_,

Un libro amaro e intelligente sui retroscena, le conseguenze e tutto ciò che non si dice sulla scoperta dell’ America. A metà tra saggio e romanzo è un libro che vale la pena di leggere.

 

gangs of america

Cosa si nasconde dietro la patina perbenista e democratica Americana?  Mafia? Massoneria? Fanatismo?  Scopriamolo insieme in questo libro davvero pungente che ha la sola pecca, per noi Italiani, di essere scritto in Inglese.

 

 

Jim Hamm archi e frecce indiani

Un manualetto semplice e carino, interamente tradotto dall’ Inglese, che vi mostra come i Nativi Americani costruivano archi e frecce.  La trattazione è ricca di disegni e quindi anche voi potrete facilmente costruirvi le armi Indiane, in queste serate con gli amici. Leggero ma non stupido  ve lo consiglio caldamente!

 

witchs of salem

Un libro avvincente che descrive la raccapricciante vicenda delle Streghe di Salem avvenuta nel 1692, con tutti i suoi orrori! Un best seller divenuto poi un bellissimo film che non potete farvi mancare.  In Inglese.

 

rasta marley  alle radici del reggae

Il reggae: un genere musicale appassionante e bellissimo ma soprattutto una filosofia di vita. Bob Marley, ma non solo. Per gli estimatori del settore questo libro sarà davvero una nuova bibbia.

 

Questi sono i libri, ma ricordate: su patriziabarrera.com troverete molto molto altro.

La mia musica, cover old America ma anche tante bellissime inedite scritte da me, e poi contenuti GRATUITI, regali e perfino uno shop legato alla tradizione dei Nativi Americani. Potete accedervi facilmente senza registrazione , ascoltare musica unlimited e perfino vedere dei film!  E, se vi va, potreste acquistare una delle mie canzoni o uno dei libri scritti da me, dando così un valido supporto al mio faticoso lavoro di auto-produzione che da anni cerca di offrirvi contenuti di qualità alla portata di tutti.  Ma ora godiamoci il trailer del sito e..queste ultime giornate estive.

 

A presto!

 

 

Vita da Squaw: la giovane sposa

Donna Apache 1906

(continua)

Tuttavia il periodo più importante ( e anche quello  che durava più a  lungo ) per la vita della giovane squaw era sicuramente quello precedente al matrimonio, volgarmente chiamato ” corteggiamento “.

Dico volgarmente rapportato ai tempi di Oggi, in cui ci si fidanza e sfidanza in cinque minuti e a vent’anni si è già collezionati un centinaio di amanti.: per gli Indiani d’America si trattava di un periodo di profonda conoscenza dell’altro, intesa sia in termini spirituali che, nei limiti concessi, sessuali e sempre finalizzato al matrimonio. La sfilza di fidanzati in prova non era ammissibile e neanche concepibile.  Benchè “ l’allenamento al sesso ” si potesse farlo con amanti anche non ufficiali tuttavia l’aspirante marito era uno solo e tale doveva rimanere fino alla morte di uno dei coniugi. Quindi scegliere oculatamente era fondamentale, e non di rado i criteri di valutazione si allargavano alla sfera sessuale. Non stupitevi : per molte tribù la sessualità era parte fondamentale della vita, la si insegnava normalmente ai bambini che comunque ne erano già edotti vista la promiscuità sessuale del tepee, dove non solo padre e madre ma mogli secondarie, anziani genitori e schiavi dormivano assieme. 

Continua a leggere

Vita da Squaw – Da bambina a giovane donna.

Magic Old America Patrizia Barrera

A volte idealizzata, a volte vessata e oggetto di schiavitù la condizione della squaw presso i Nativi Americani non era tanto diversa da quella che conducevano le donne nello stesso periodo, in Occidente quanto in Oriente. Fatta eccezione per brevi periodi di illuminato matriarcato che si sono susseguiti a singhiozzo nei secoli passati, la figura femminile ha sempre rivestito ruoli sociali subalterni. IN quasi tutte le società, malgrado la sua essenzialità funzionale,la donna è sempre stata vittima di ottuse visioni maschiliste che l’hanno relegata a condizione di oggetto o merce di scambio. I Nativi Americani non furono da meno, anche se bisogna riconoscere che la sudditanza della donna nasceva in questo caso da precise necessità esistenziali e non da convenzioni religiose o di stampo culturale, come avveniva invece nel Vecchio Mondo o in Oriente.

Continua a leggere

Indiani Crow: guerrieri dell’Esercito Americano.

Crow Head

Alti, forti, invincibili e astuti guerrieri I Crow sono sempre stati invisi alla maggior parte degli altri Nativi Americani, che li hanno bollati come ” servi degli yankees” e loro collaboratori, nello sterminio che accompagnò le Guerre Indiane. In parte fu così, ed è storicamente provato che dal 1820 in poi ci fu stretta compartecipazione dei Crow nella ricerca delle tribù dissidenti che si rifugiavano sulle montagne per sfuggire alla colonizzazione bianca; è anche vero che la maggior parte delle Guide Indiane che aiutò l’Esercito Americano a decifrare e seguire le tracce dei Sioux, Cheyenne e Naz Perce contribuendo al loro sterminio, e a insegnare ai bianchi il codice interpretativo del fumo e dei tamburi erano Crow. Ed è purtroppo ancora vero che questa strana genia di Indigeni si arruolò spontaneamente e con passione nelle fila dell’Esercito, iniziando un processo di ” civilizzazione” molto rapido, che li portò ad assumere anche cariche prestigiose nelle varie Istituzioni di controllo create dal Governo Americano e stanziate nelle riserve. Per finire erano Crow gli Indiani che parteciparono allo storico sterminio di Little BigHorn come alleati del Generale Custer.
Continua a leggere

Old America? Te la racconta Emilio Salgari

Emilio Salgari 1910

Cari Amici, chi non conosce le belle novelle e i magici racconti di Emilio Salgari? Chi non ha mai sognato leggendo di Sandokan, la Tigre di Mompracem, personaggio mitico immortalato in tv dal divino Kabir Bedi? Probabilmente chi è appassionato di letteratura pensa di conoscere abbastanza bene questo Grande del passato che ha colorato con i suoi romanzi più di un’infanzia. Tuttavia pochissimi sanno che Salgari fu uno dei primi scrittori Italiani ad aver narrato del Far West e dei suoi suggestivi aspetti, divenendo incontrastato romanziere di sicuro spessore e, soprattutto, di successo.
Continua a leggere

Vecchia Cina? Te la regala patriziabarrera.com!

Old China con patriziabarrera.com

Cari Amici,
eccomi qui con altri meravigliosi libri in REGALO per voi! Tutti collegati alla Vecchia Cina e all’epopea degli Immigrati Cinesi nell’America del 1800. Le torture, le discriminazioni, i massacri ma anche il fascino di un’antica bellezza che non c’è più. Vi ricordo che si tratta di file scaricabili LIBERAMENTE poichè sono di Dominio Pubblico oppure gentilmente offerti dagli Autori e dalle Società che li gestiscono.
Potete quindi Ri-Regalarli a Vostro piacimento,metterli sui vostri siti e offrirli come gadget ai Vostri lettori. Sarà un modo per aiutare il libero flusso della CULTURA a fluire nelle menti di chi non sa o non vuol sapere, facilmente e gradevolmente. E’un’iniziativa patriziabarrera.com.

Clicca sulle foto e SCARICA GRATIS!

The Chinese discrimination in Old America

The Chinese discrimination: un dossier davvero esplicativo sulle ragioni e sulle modalità dell’anti-Cinesismo in America. In Lingua Inglese.

Donna in Cina

Donne in Cina: una storia affascinante e struggente sulla condizione femminile in Cina dall’Impero ai giorni nostri. Da leggere assolutamente! In Italiano.

The Chinese massacre 1871

The Chinese massacre of 1871: una dettagliata analisi dei fatti e delle cospirazioni anti_Cinesi alle spalle del tragico evento. I retroscena, le atrocità, la politica. In Lingua Inglese.

China in old America

Uno studio molto interessante e poco conosciuto sulla vita, la legislazione e le condizioni di vita dei Cinesi in America sul finire del 1800. Le invidie, i rancori e i timori della società Americana.
In lingua Inglese.

Far West : storie

E per accontentare i tantissimi appassionati del selvaggio West ecco un libro che non potete far mancare alla vostra libreria digitale.
Tutto ciò che volevate sapere sul vecchio West e non avete mai osato chiedere. Attendibile, preciso e facile da leggere.
In Italiano.

Invito tutti coloro che volessero approfondire la questione Cinese nella Old America a leggere i miei ultimi post di un blog devo dire molto amato: Magic Old America.
Tanti articoli interessanti sulla storia, i protagonisti e la musica della Old America.

E se volete ascoltare un po’ di musica legata alla Vecchia America, al Blues e al Jazz, venite a conoscere ed ascoltare un po’ della mia musica che, tra cover e inedite, vi aiuterà ad entrare nel panorama affascinante di un’America che non c’è più.

Ma non solo! Ho da poco pubblicato anche un album omaggio alla mia terra, la bellissima NAPOLI! Tante antiche canzoni che piaceranno a molti e che in parte costituiscono uno spaccato della vita dei Napoletani in America.

E non dimenticare! Anche questa settimana puoi scaricare dal mio sito una bellissima cover della Old America interpretata da me assolutamente GRATIS!
E’ un’omaggio che faccio ciclicamente a Voi che mi seguite con affetto e passione!