Old America: il Natale vien mangiando..

rites_3

(continua)
Con colpo da maestro Robert Carter III iniziò la sua opera di convincimento puntando sull’ alta borghesia di origine Inglese che aveva portato con se le sue nostalgiche serate di Natale trascorse in patria. Si trattava chiaramente di casi isolati. coloni e piccoli proprietari terrieri che amavano trascorrere le Sacre feste in allegri e familiari convivi in cui , tra Inni e canti, troneggiavano ostriche e selvaggina, pane cotto al forno e indimenticabili crostate. Qui il passatempo preferito era la caccia e le escursioni a cavallo da cui, comunque, erano esclusi servi e bambini. L’ usanza del regalo era estremamente limitata e non riguardava assolutamente la prima infanzia, che doveva comunque essere grata di un buon allestimento di dolciumi. La sera della Vigilia , dopo la tradizionale partecipazione alla Sacra Messa, i gentiluomini Virginiani si sedevano con le loro consorti accanto al fuoco magari leggendo ad alta voce buoni libri di letteratura.

Continua a leggere

Vita da squaw: i crimini della Fede

inquisizione Spagnola in America Magic Old America

(continua)

Preceduta dagli orrori del Tribunale di Lima (1569) e di Città del Messico ( 1570) e dalla tremenda ondata cattolizzatrice di Filippo II di Spagna, l’inquisizione approdò nelle Americhe con tutto il suo incredibile potere moralizzatore e la sua virulenta missione purificatrice. I vari Monarchi se ne erano serviti abbondantemente per ripulire la Spagna da Ebrei, Mori ed Eretici fin dal 1478, con l’obiettivo ufficiale di frenare il pericolo Protestante al di là dei Pirenei e con quello reale di incamerare i favolosi beni dei nemici in Patria. Sembrò quindi logico esportarla anche in quelle terre lontane, dove molti degli ” Eretici ” si erano rifugiati e dove necessitava apporre un sigillo Cattolico sulle ” iniquità ” impudiche degli Indigeni. In definitiva nei primi decenni l’Inquisizione si limitò a perseguitare gli Ebrei e non di rado a frenare gli eccidi delle milizie Spagnole e dei Conquistadores, accecati dal miraggio dell’oro. In seguito camminò a braccetto con le atrocità Spagnole superandole di gran lunga e rivolgendosi in particolare agli Indigeni riottosi e alle donne.

Continua a leggere

Vita da squaw: una donna efficiente

Donna Ojibwe 1890

( continua )

Il giorno dopo il suo matrimonio la giovane sposa cominciava già la sua giornata di lavoro. La sua condizione era molto diversa in base alla sua qualità di moglie unica o aggiunta. La poligamia non era infrequente tra i Nativi Americani, e veniva praticata sostanzialmente per ragioni pratiche e non religiose o addirittura per vizio, come poi sostennero i conquistatori Europei, particolarmente gli Inglesi. Abbiamo già parlato della preziosità delle donne e delle loro frequenti vedovanze, che le poneva in una situazione ” aperta ” nei confronti della tribù. A ciò si aggiunge la vasta schiera di donne rapite, inizialmente di tribù ostili e poi anche Europee, che costrinsero ad un adeguamento di costume anche in quei gruppi di nativi che normalmente non praticavano la poligamia. Tra le tribù, tuttavia, vigeva un codice di comportamento abbastanza granitico nei confronti delle mogli , che riguardava il singolo quanto l’intera tribù: si escludevano dal matrimonio le parenti di primo e secondo grado per motivi ” igienici “, cioè in virtù dell’obbligo della mescolanza di sangue che per i Nativi era molto importante e che aveva garantito nei millenni la salute del popolo.

Continua a leggere

Indiani Crow: guerrieri dell’Esercito Americano.

Crow Head

Alti, forti, invincibili e astuti guerrieri I Crow sono sempre stati invisi alla maggior parte degli altri Nativi Americani, che li hanno bollati come ” servi degli yankees” e loro collaboratori, nello sterminio che accompagnò le Guerre Indiane. In parte fu così, ed è storicamente provato che dal 1820 in poi ci fu stretta compartecipazione dei Crow nella ricerca delle tribù dissidenti che si rifugiavano sulle montagne per sfuggire alla colonizzazione bianca; è anche vero che la maggior parte delle Guide Indiane che aiutò l’Esercito Americano a decifrare e seguire le tracce dei Sioux, Cheyenne e Naz Perce contribuendo al loro sterminio, e a insegnare ai bianchi il codice interpretativo del fumo e dei tamburi erano Crow. Ed è purtroppo ancora vero che questa strana genia di Indigeni si arruolò spontaneamente e con passione nelle fila dell’Esercito, iniziando un processo di ” civilizzazione” molto rapido, che li portò ad assumere anche cariche prestigiose nelle varie Istituzioni di controllo create dal Governo Americano e stanziate nelle riserve. Per finire erano Crow gli Indiani che parteciparono allo storico sterminio di Little BigHorn come alleati del Generale Custer.
Continua a leggere

Indiani d’America: il viaggio comincia!

Dakota Sioux 1888

Cari Amici,
la storia degli Indiani d’America è la storia del Nuovo Continente che solo grazie all’estinzione di questi popoli indomiti potè evolversi, svilupparsi e assumere il volto che ha oggi. Fu un genocidio deciso a tavolino e attuato con minuzia , che calpestò i tanti trattati non solo commerciali stipulati in precedenza con i Nativi ,e che irrise gli Ideali di Democrazia e Giustizia enunciati proprio nella Costituzione Americana.
Questo blog, che tratta di ciò che avvenne in America tra gli inizi del 1800 e la fine del 1960, non può esimersi dal raccontare ciò che fu la crudeltà delle Guerre Indiane, e di come esse marchiarono a fuoco e delinearono la nuova America. Per offrirvi una narrazione dettagliata e obiettiva non mi dilungherò su temi generici, come la religione e le credenze dei Nativi la cui essenza non giustificano le crudeltà perpetrate da AMBO le PARTI, ma cercherò di portarvi per mano nella realtà quotidiana delle tribù e di come esse, singolarmente, reagirono alla venuta dei bianchi nel loro territorio.
Il genocidio Indiano, infatti, fu sostanzialmente originato da uno scontro culturale, dall’avidità di possesso e da una esigenza di modernità in cui una delle due parti fu costretta a soccombere: un evento molto comune in ogni colonizzazione e in ogni tempo. Tuttavia le modalità in cui ciò venne perpetrato sui Nativi furono inique e assolutamente impari, gettando le basi per un nuovo modo di fare guerra che caratterizzerà tutta l’epoca moderna.

Per introdurre i nuovi argomenti vi invito a leggere alcuni miei vecchi articoli Indiani d’America, Introduzione alle Tribù Indiane, Preghiera e Poesia nella musica degli Indiani d’America e Scalpo, usanza Indiana?, che vi aiuteranno a seguire la mia narrazione.
Da oggi in poi entreremo nel vivo delle Tribù Indiane, impareremo a conoscerle e a capire come esse abbiano reagito alla realtà Europea, e infine affronteremo lo spinoso argomento delle Guerre che le hanno massacrate, rinchiuse in riserve, affogate nell’alcool e nel vizio e infine condotte all’estinzione .
Sarà un viaggio duro ed emozionante, in cui spesso vi indignerete ma non di rado vi troverete a parteggiare per gli yankiees, poichè NON TUTTE le tribù Indiane erano pacifiche ed evolute : allo stesso modo NON TUTTI gli Yankiees erano falsi e malvagi. Come al solito la verità sta nel mezzo, benchè sia innegabile che dove, come in questo caso, si calpestino la cultura e le usanze dei popoli all’unico scopo di carpirne le ricchezze economiche, non può MAI esserci reale EVOLUZIONE.
Da parte mia cercherò di fare chiarezza tra i vari luoghi comuni, le santificazioni esagerate e le giustificazioni storiche da quattro soldi che – ahimè!- mi è toccato di leggere.
Vi dò quindi appuntamento a brevissimo per iniziare con Voi questa nuova avventura.

Per ora vi offro questi libri di approfondimento che potrete scaricare GRATIS dal mio sito. Si tratta di ebooks e/o documenti di Dominio Pubblico o gentilmente concessi dagli Autori che potrete quindi regalare ,condividere o stampare. Fanno parte di un’intera biblioteca digitale che da tempo metto a disposizione degli amanti della Old America.

44 animali di potere

CLICCA SULLA FOTO e SCARICA GRATIS il Libro
I 44 animali di potere

Un libro eccezionale per conoscere la simbologia animale della cultura dei Nativi Americani. Gli animali totem e spiritualità dei Nativi. Un libro che vi consiglio caldamente di leggere. In ITALIANO

The last of Mohicanes

CLICCA SULLA FOTO e SCARICA GRATIS il Libro
The Last of Mohicanes

Un classico imperdibile da cui è stato tratto il famoso film con Daniel Day Lewis. La storia emozionante dell’ultimo guerriero di questa indomita tribù tratteggiata con mano sapiente e intelligente ricerca storica da James Fenimore Cooper. IN LINGUA INGLESE

Seppellite il mio cuore a Wounded Knee

CLICCA SULLA FOTO e SCARICA GRATIS il Libro
Seppellite il mio cuore a Wounded Knee

Una narrazione struggente e malinconica dello sterminio Indiano da parte di uno degli ultimi protagonisti dell’amara vicenda. Bellissimo! In ITALIANO

Letteratura degli Indigeni Americani

CLICCA SULLA FOTO e SCARICA GRATIS il Libro
La Letteratura degli Indigeni Americani

Un libro di Ferdinando Borsari che a prima vista potrebbe sembrare datato ma che non lo è affatto, poichè mantiene fresca e inalterata la raccolta di dati reali su quella che fu la cultura dei Nativi prima che l’occidentalizzazione la cancellasse definitivamente. Un libro fondamentale per chi si avvicina con occhio storico agli Indiani d’America. In ITALIANO

American Indian fairy tales

CLICCA SULLA FOTO e SCARICA GRATIS il Libro
American Indian fairy tales

Un bellissimo libro di Margaret Compton ricco di bellissime e originali illustrazioni; una raccolta gradevolissima su leggende e miti Indiani narrati con leggerezza e poesia. In LINGUA INGLESE.

Per ora ci lasciamo qui, ma prestissimo partiremo per questo viaggio emozionante sulla cultura e la storia dei Nativi Americani, la loro resistenza nelle Guerre Indiane che li sterminarono e cosa è rimasto di loro OGGI, in questo mondo così arido e privo di valori eccezionali di riferimento.
E se volete passare un po’ di tempo in musica Old America Style e Blues..
venitemi a trovare sul mio sito! A presto!

E se vi va….

Indian Shop patriziabarrera.com

Vieni a conoscere il mio negozio dedicato alla Cultura degli Indiani d’America. Molti prodotti sono equo-solidali e contribuiranno all’economia dei Nativi nelle riserve Americane. CLICCA SULLA FOTO e dagli un’occhiata

Vecchia Cina? Te la regala patriziabarrera.com!

Old China con patriziabarrera.com

Cari Amici,
eccomi qui con altri meravigliosi libri in REGALO per voi! Tutti collegati alla Vecchia Cina e all’epopea degli Immigrati Cinesi nell’America del 1800. Le torture, le discriminazioni, i massacri ma anche il fascino di un’antica bellezza che non c’è più. Vi ricordo che si tratta di file scaricabili LIBERAMENTE poichè sono di Dominio Pubblico oppure gentilmente offerti dagli Autori e dalle Società che li gestiscono.
Potete quindi Ri-Regalarli a Vostro piacimento,metterli sui vostri siti e offrirli come gadget ai Vostri lettori. Sarà un modo per aiutare il libero flusso della CULTURA a fluire nelle menti di chi non sa o non vuol sapere, facilmente e gradevolmente. E’un’iniziativa patriziabarrera.com.

Clicca sulle foto e SCARICA GRATIS!

The Chinese discrimination in Old America

The Chinese discrimination: un dossier davvero esplicativo sulle ragioni e sulle modalità dell’anti-Cinesismo in America. In Lingua Inglese.

Donna in Cina

Donne in Cina: una storia affascinante e struggente sulla condizione femminile in Cina dall’Impero ai giorni nostri. Da leggere assolutamente! In Italiano.

The Chinese massacre 1871

The Chinese massacre of 1871: una dettagliata analisi dei fatti e delle cospirazioni anti_Cinesi alle spalle del tragico evento. I retroscena, le atrocità, la politica. In Lingua Inglese.

China in old America

Uno studio molto interessante e poco conosciuto sulla vita, la legislazione e le condizioni di vita dei Cinesi in America sul finire del 1800. Le invidie, i rancori e i timori della società Americana.
In lingua Inglese.

Far West : storie

E per accontentare i tantissimi appassionati del selvaggio West ecco un libro che non potete far mancare alla vostra libreria digitale.
Tutto ciò che volevate sapere sul vecchio West e non avete mai osato chiedere. Attendibile, preciso e facile da leggere.
In Italiano.

Invito tutti coloro che volessero approfondire la questione Cinese nella Old America a leggere i miei ultimi post di un blog devo dire molto amato: Magic Old America.
Tanti articoli interessanti sulla storia, i protagonisti e la musica della Old America.

E se volete ascoltare un po’ di musica legata alla Vecchia America, al Blues e al Jazz, venite a conoscere ed ascoltare un po’ della mia musica che, tra cover e inedite, vi aiuterà ad entrare nel panorama affascinante di un’America che non c’è più.

Ma non solo! Ho da poco pubblicato anche un album omaggio alla mia terra, la bellissima NAPOLI! Tante antiche canzoni che piaceranno a molti e che in parte costituiscono uno spaccato della vita dei Napoletani in America.

E non dimenticare! Anche questa settimana puoi scaricare dal mio sito una bellissima cover della Old America interpretata da me assolutamente GRATIS!
E’ un’omaggio che faccio ciclicamente a Voi che mi seguite con affetto e passione!

Cinesi, via dall’America! – La verità sul massacro di Los Angeles – seconda parte –

La verità sul massacro di Los Angeles ,1871

(continua)
Tutto cominciò nel 1869, quando fu ultimata la transcontinentale nello Utah,la Pacific Transcontinental, fiore all’occhiello di un gigante piano di ricostruzione da parte del Governo degli Stati Uniti, per incrementare l’economia dopo il disastro della Guerra di Secessione. Le transcontinentali, cioè l’unione delle Coste del Pacifico con l’Atlantico, significavano commercio, espansione e ricchezza in un periodo in cui le grandi ferrovie cominciavano timidamente a diffondersi in Europa. . L’impresa Americana fu di tutto rispetto e mastodontica, in linea col suo costume, e fu modello per il Sistema Capitalista che da lì si diffuse. Chiaramente per un affare del genere era necessario investire tanto tanto denaro e il Governo fece un enorme debito pubblico, contando sul fatto che sarebbe rientrato nelle spese con la vendita dell’oro grazie al sistema del New York Gold Exchange , che aveva il compito non solo di favorire il mercato aperto ma anche di calmierare il valore dell’oro e mantenerlo stabile.
Continua a leggere

Trixie Smith: l’epoca del Remake.

Trixie Smith,1938 c.a.

Trixie Smith,1938 c.a.

Nata ad Atlanta, in Georgia, nel 1894 Trixie Smith appartiene a quella rara eccezione di cantanti dell’Urban Blues dotati di una certa cultura e appartenenti ad una classe sociale gia’ piu’ evoluta rispetto a quella di un “Ma ” Rainey o di una Bessie Smith. Frequenta anzi l’Universita’ di Selma dove prende la qualifica di Insegnante,anche se poi decide di dedicarsi esclusivamente all’Arte.
Continua a leggere

Gertrude ” Ma ” Rainey e la nuova strada dell’Urban Blues

Cominciamo oggi una panoramica su alcune delle cantanti dell’Urban Blues piu’ significative. Alcune conosciutissime, altre un po’ meno. Seguitemi perche’ sara’ un giro a ritroso nel tempo davvero interessante!
E mi sembra doveroso cominciare con la famosa ” Ma ” Rainey, da sempre considerata la Prima Vera Grande cantante donna dell’Urban Blues.

marainey

Ardita,voluttuosa,oscena e astuta. Questo in breve era Gertrude Pridgett,in arte Ma Rainey, secondo le testimonianze dell’epoca. Sicuramente una donna combattiva,una cantante non eccellente per quanto riguarda l’impronta vocale ma vero animale da spettacolo, e pioniera dell’arte del blues urbano. Grazie a lei le altre grandi cantanti venute dopo, Bessie Smith compresa, hanno avuto la possibilita’ di arricchirsi e di evolversi socialmente in un mondo e in un’epoca in cui l’Arte era sicuramente Bianca e di sesso maschile.
Continua a leggere