Emigrati in America : quando gli Italiani erano negri

 

photo_slideshow_max 

Quando le prime ondate di immigrati Italiani arrivarono in America per il Governo Statunitense e anche per l’ immaginario collettivo si trattava di persone dotate di una certa dignità e inequivocabilmente “bianche “

In effetti i primi a sbarcare nel nuovo continente furono i Friulani, poveri contadini lasciati affogare nella propria povertà dai Savoia che, nella loro opera di pseudo-unificazione si erano completamente dimenticati del Friuli Venezia Giulia e del Veneto. Si trattava di gente dai caratteri somatici chiaramente nordici, di statura alta e con occhi e pelle chiari che non sfiguravano sul suolo Americano già in sentore di ideologia Ariana.
Tuttavia affermare che questo fu l’ unico motivo per cui essi vennero accolti bonariamente e avviati senza indugio al processo di Americanizzazione sarebbe altamente riduttivo. Vari fattori hanno contribuito a danneggiare l’ immagine dell’ Italiano in America, primo tra tutti l’ acceso razzismo scientifico che imperversava in Europa, seminascosto dagli ideali di Nazionalismo e Patriottismo. Ancora una volta furono i Savoia i principali artefici di questo processo di corruzione,a giustificazione dei sanguinosi misfatti e delle ruberie operate soprattutto nel sud Italia, che venne completamente spogliato dei propri beni e delle operose aziende.

Continua a leggere

Annunci

L’ Italiano è un terrorista!

( continua )

page18-1011 (1)

2) Gli Italiani sono tutti Anarchici

Il secondo stereotipo che rese invisi gli Italiani all’ America ( e non solo ) fu la fama di terrorismo che ci aleggiava intorno e, similmente a quanto succede oggi agli immigrati del Medio Oriente che per il popolino ” fanno parte tutti dell’ ISIS ” , così i nostri connazionali erano bollati indistintamente come ” anarchici “.
In realtà alla fine del 1800 molti furono gli attentati ai Grandi dell’ epoca firmati Italia. La triste catena iniziò nel 1894 per mano del già nomato Sante Caserio il cui atto omicida contro il Presidente Francese Sadi Carnot determinò uno scatto evolutivo nella repressione del Movimento Anarchico , che proprio in Francia aveva il suo Quartier Generale con più di 50 gruppi ben organizzati e oltre tremila attivisti. Malgrado ciò il fatto che un odiato Italiano fosse venuto appositamente dal suo Paese a compiere questo atto scellerato , benchè sulla scia di una evidente spinta ideologica, aprì le porte ad una visione infamante dell’ Anarchico che da quel momento in poi fu per il mondo intero ” Italiano “. Continua a leggere

Robert Johnson Devil’s son: il mio libro su Robert Johnson oggi anche in Inglese!

Robert_Johnson English version

 

Proprio così , cari Amici.

Grazie al grande affetto che avete dimostrato riguardo il mio libro su Robert Johnson mi è stato possibile aprirmi ad un mercato più vasto e accontentare i lettori oltre oceano. Da oggi potrete trovare la versione in Inglese del libro  come ebook, ma ben presto sarà possibile trovarlo anche in cartaceo.

La traduzione è a cura di Marina Evangelista, una giovane traduttrice con cui è stato piacevole lavorare. L’ editore è Tektime e potrete trovare l’ ebook sui maggiori stores come Amazon, Mondadori ,LibreriaUniversitariaHoepli, Lafeltrinelli, Barnes & Noble, e molti altri.

Per chi fosse a digiuno sui contenuti del libro originale ricordo che Robert Johnson è stato uno dei più grandi esponenti della musica blues degli anni ’30, da sempre considerato come ispiratore del genere rock che sarebbe apparso qualche decennio dopo. Il libro è il frutto di una profonda ricerca storica che mi ha permesso di offrire una teoria, oggi molto accreditata, riguardo le motivazioni e le modalità della sua prematura e tragica fine, rimasta oscura per tanti tanti anni. Come nei migliori thriller il binomio  tra superstizione e analfabetismo religioso è risultato un mix mortale per un musicista arrabbiato e maledetto, erroneamente ritenuto capostipite del famoso club dei 27, un circolo malefico che accomuna tanti artisti  dall’ aura dannata morti a 27 anni, non ultima Amy Winehouse.

Il libro è corredato dei testi dell’ intera discografia di Robert Johnson tradotti in Italiano in base allo slang dell’ epoca.  La versione Inglese mantiene la stessa struttura al fine di mostrare agli amici Americani la permanenza della musicalità del testo anche in altra lingua.

Grazie a tutti quelli che hanno gradito il libro e …Benvenuti ai lettori stranieri!

 

yellow peril cover

E non dimenticate il mio ultimo libro, Yellow Peril quel brutto muso giallo. Il rapporto tra America e Cina dal 1820 al 1943 attraverso i due episodi più tragici della storia: la strage di Los Angeles e le piccole Schiave Cinesi.  Lo trovate solo in cartaceo su  Amazon, Mondadori, IBS, Giunti al punto., LibreriaUniversitaria ,Unilibro,  LaFeltrinelli…e ancora di più!

Buona lettura!

 

Italiani brutti sporchi e cattivi: emigrati in America

7b66e30e95b57ea8ed9d1e0234af8b4c--mafia (1)

In un periodo storico come quello che stiamo vivendo oggi, dove gli extracomunitari sono considerati a tutti gli effetti degli invasori e in cui i media spalleggiano i Governi per far tremare il mondo al suono della parola ISIS, credo sia giusto dedicare un po’ del mio tempo a riportare alla memoria dei lettori ciò che rappresentò l’ emigrazione Italiana all’ estero e le sue ripercussioni sulla storia Europea.
Ciò al fine di aiutare noi tutti a ricostruire quella scala di valori che abbiamo ormai perduto, e a chiamare le cose con il loro giusto nome: razzismo.
Chiaramente non si tratta di un unico concetto, perchè il fenomeno stesso del razzismo affonda le radici nella stupidità, nell’ avidità e nella sete di violenza. Una vera collezione di morbosità e orrori mentali che prescindono da qualsiasi concetto di ” razza “, in quanto ci accomunano tutti. Una distorsione di pensiero che ci divide anche nella nostra stessa Patria, dove purtroppo il riesumato termine torna a brillare sulle bocche di alcuni politici Italiani, che prima affermano e poi ritrattano, non avendo neanche gli attributi per arrivare fino in fondo.

Continua a leggere

Sing Song Girls : l’ epilogo

chinese-prosititue3

(continua )

Nel tempo la Cameron iniziò ad adottare tecniche diverse, spesso suggerite dagli stessi informatori ma non di rado anche da parenti delle vittime che, miracolosamente, erano anch’essi approdati in America alla ricerca della ragazza di cui non avevano più saputo nulla. La ricerca si rivolse allora a quegli esercizi Cinesi, apparentemente rispettabili come empori e lavanderie, che nel retrobottega nascondevano scenari di miseria assoluta, in cui le piccole schiave giacevano completamente drogate e seminude in giacigli di paglia, in attesa dei clienti. Questi ” ratti ” avvenivano generalmente alla luce del sole e con l’ appoggio di agenti della Polizia sostenitori della causa della Cameron, perchè i Tong arrivavano a frotte a circondare gli edifici e spesso ingaggiavano lotte all’ ultimo sangue con tutti coloro che gli sbarravano la strada.
Non di rado la stessa Cameron doveva farsi largo tra la Maitresse Cinese del locale, una vecchia puttana che aveva imparato ad odiare le donne e che con le unghie e con i denti difendeva la propria mercanzia.

Continua a leggere

Halloween, la vera storia

Samhain-Cave

Che Halloween provenga da una festa pagana non ci piove. Se guardate in giro sul web vi renderete conto che si tratta di una rivisitazione Americana di una antichissima celebrazione stagionale di origine Celtica, poi modificata ( anzi, santificata ) dalla Chiesa che come al solito quando non può vietare qualcosa cerca di sovrapposi ad essa, e infine diventata una melensa festa consumistica ormai svuotata di ogni significato.
Essendo curiosa per natura mi sono data da fare per arrivare alle radici della questione e cercare di recuperare l’ importanza simbolica di questo evento : devo dire che ho trovato su siti Irlandesi dichiaratamente di nicchia molte cose interessanti, che mi hanno in parte spiegato l’ eccezionalità di questa celebrazione, ricchissima di esoterismo e tradizioni che si rifanno alla notte dei tempi. Ai miei affezionati lettori farà piacere conoscere qualcosa di poco inflazionato e che difficilmente troverete su blog e siti Italiani che, gira gira, ripetono le stesse cose trite e ritrite. Continua a leggere

L’ Angelo arrabbiato delle sing song girls.

 

girl

 

( continua )

” La Casa Verde è un luogo di ignominia e di vergogna,
intriso di verginità deflorata e purezza perduta.
La cosa che mi fa più schifo è dover baciare i clienti in bocca
e permettergli di toccare ogni parte del mio corpo.
Basta, non ce la faccio più!
Non riesco ad esprimere con le parole la mia vergogna!
Devo trovare il modo di fuggire
da questo luogo di fiori e di sangue.
Come vorrei essere amata da un uomo bello e forte
e diventare la sua compagna! ”

 

Queste poche frasi, ritrovate in un cassetto di una delle tante case Cinesi a luci rosse in San Francisco intorno al 1890, descrive in modo straziante ed efficace i sentimenti delle ragazze Cinesi schiave in America e del loro anelito alla salvezza.
Non sapremo mai chi era l’ autrice di questa accorata confessione, più simile ad una poesia che a una pagina di diario. E non sapremo mai se ella riuscì infine a trovare la libertà o se, più probabilmente, finì la sua breve vita ammazzata dalla sifilide o per mano di un violento cliente.
Tuttavia queste parole ci danno la misura della realtà brutale in cui erano costrette a vivere le piccole schiave oggetto di un indegno traffico tra Cina e Stati Uniti che durò circa un secolo e che costituisce una delle pagine più vergognose della storia Americana. Un mercato che rimase attivo ancora 75 anni dopo la liberazione degli Afro – Americani…con il beneplacito del pubblico e perfino dei media.

Continua a leggere

patriziabarrera.com e Alibris

alibris logo

Cari Amici,

Spostata la collaborazione tra patriziabarrera.com e New York Times Store sul mio blog Magic Old America, per una richiesta diretta dei miei affezionati lettori e anche per una collocazione più adeguata del materiale offerto dallo store, ecco che oggi vi presento una novità che vi farà sicuramente piacere. Nasce la collaborazione con Alibris, una piattaforma Americana davvero interessante in grado di soddisfare le esigenze dei palati musicali più raffinati .
Nata nel 1994 come sito per collezionisti di libri rari e antichi grazie agli sforzi dell’ appassionato antiquario Richard Weatherford , oggi Alibris si rivolge ad un pubblico di appassionati di musica che possono quindi contare su una collezione di cd e vinili particolari, rari e talvolta unici unitamente ad una libreria di genere e tale da arricchire ulteriormente ogni tipo di curiosità musicale.
patriziabarrera.com vi offrirà quindi in uno spazio dedicato quanto di meglio e di interessante sia presente nel panorama musicale della Old America, con uno sguardo privilegiato ai miei generi di riferimento e cioè il Blues e il jazz.
Alibris mette a disposizione dei suoi utenti una vasta gamma di possibilità, dal libro o dal cd usati , a quelli da collezione o tirature limitate create in particolari occasioni celebrative. Tuttavia potete acquistare anche materiale nuovo, e a prezzi davvero simbolici con agevolazioni per chi acquista con paypal. Insomma le possibilità sono tante e ciò che vi offrirò e descriverò di volta in volta sarà direttamente testato da patriziabarrera.com.
Sul sito potrete anche trovare ciclicamente informazioni, biografie e aneddoti interessanti sugli artisti della Old America e di cui vi propongo il materiale musicale.
Allora siete pronti? Ecco alcune delle proposte di questa settimana. Cliccando sulla foto sarete reindirizzati prima su patriziabarrera.com e infine su Alibris , per acquistare o anche se volete maggiori info sul materiale proposto. Il sito è in Inglese, tuttavia la traduzione tramite Google è abbastanza efficace.
Buon divertimento!

Perry Como

Due cd da collezione per un artista erroneamente considerato ” il sosia ” di Frank Sinatra ma immensamente più bravo e a cui lo stesso Sinatra si è ispirato. Sto parlando di Perry Como, una vera stella oggi dimenticata ma interprete di una quantità di brani e di generi musicali così imponente da non avere ancora oggi rivali. Il suo timbro morbido e carezzevole unitamente ad una estensione vocale di tutto riguardo pongono l’ artista nell’ Olimpo dei big del passato, pur conservando una modernità senza eguali. La collezione, che potete acquistare in cd digitale, fisico o vinile, è disponibile come materiale nuovo, usato o nella pregevole confezione da collezione . I brani proposti sono davvero interessanti: dal meraviglioso Can’t help falling in love al sognante Moon river; da Maria tratto dal musical West Side Story alle canzoni più celebri del suo indimenticabile Perry Como Show, il più longevo nella storia della televisione Americana. E ancora molti standard jazz e swing firmati Irving Berlin, Jerome Kern e Cole Porter e orchestre raffinate del calibro della Mitchell Ayres o cori come The Ray Charles singers... insomma una qualità eccellente per 21 tracce dal prezzo davvero promozionale. Consigliatissimo!

 

mills bros

12 tracce disponibili singolarmente in digitale o un intero album nuovo o usato per un gruppo vocal jazz pop poco conosciuto in Italia. Ed è un vero peccato, perchè i Mills Brothers è il gruppo musicale più longevo della storia , nato nel 1928 e ancora in attività, che ha sfornato più di 2000 incisioni, ha venduto 50 milioni di dischi e ha accumulato tre dozzine di dischi d’ oro! Un gruppo da record, insomma, che oggi potrete ascoltare nel remix di alcune delle loro canzoni più belle tratte dal periodo 1931- 1968 come Lazy River, un vero classico, a Paper Doll alla indimenticabile You Always Hurt the One You Love.
Il loro timbro dolce e carezzevole, in grado di passare indenne attraverso i dolori della seconda guerra mondiale e la morte del leader del gruppo Donald, vi conquisterà.
Un dono di famiglia, visto che oggi nel gruppo trovate due dei figli dei fratelli deceduti, in uno scontro incontro generazionale di voci meravigliose. Vi consiglio caldamente di ascoltare la loro Cab Driver del 1968, ancora oggi un cult inimitabile.

 

lemon jefferson

 

E come resistere al fascino sornione del Rev. Blind Lemon Jefferson, con il suo blues del Delta dei primi anni ’20 e la sua voce particolarissima e graffiante?
Ben 72 tracce in digitale o in cd fisico o vinile, nuovo, usato o da collezione, che vi vengono offerte ad un prezzo davvero irrisorio data la rarità del materiale. Un mix di blues, gospel e folk per un artista ambiguo la cui vita ancora oggi desta molti sospetti ma forse uno dei più prolifici in quanto a produzione musicale. Ascoltate senza pregiudizi la sua Long Lonesome Blues, oppure la contestata ‘lectric Chair Blues, o infine The Black Snake Moan per comprendere a pieno l’ originalità delle sue canzoni, oggi standard a tutti gli effetti e oggetto di innumerevoli cover da parte di artisti super famosi, che tuttavia non sono al suo stesso livello interpretativo.
Una voce roca e incisiva in cui è presente l’ anima nera del Mississippi. Da ascoltare senz’ altro!

 

Molti altri contenuti interessanti vi aspettano su patriziabarrera.com

Vi aspetto!

 

Patrizia Barrera