JINGLE BELLS , dalla Francia con amore!


one-horse-open-sleigh-currier-and-ives

Nella piu’ famosa delle canzoni di Natale della Old America scorre sangue…Francese. Il suo creatore,infatti,James Pierpont, apparteneva ad una antichissima casata che i diari del tempo fanno risalire addirittura a Carlo magno e all’invasione Inglese da parte di Guglielmo il Conquistatore!

A parte cio’,la canzone ,squisitamente leggera e di stampo quasi infantile,presenta molti lati oscuri e una storia sicuramente molto piu’ articolata del suo testo!
Sembra sia stata scritta nel 1850 e con un nome diverso ” One horse open Sleigh “,con un’intenzione ludica e assolutamente NON di stampo religioso. Molti autori ne accreditano a Pierpont la paternita’ e indicano come sua culla la citta’ di Savannah,in Georgia, dove il presunto autore svolgeva funzione di Pastore e Organista. Ma Savannah non e’ l’unica citta’ che rivendica i Natali della famosa canzone! In breve vi raccontero’ le varie versioni, e potrete trarne voi le conclusioni.
La prima versione e’ che la canzone vide la luce a Savannah,in un momento di nostalgia di Pierpont e in un edificio situato tra Oglethorpe e Whitaker intorno al 1850. Milton Rahn,uno storico di chiara fama,aggiunge che una prima bozza del brano era stata scritta dallo stesso Pierpont all’eta’ di 14 anni e narrava in realta’…dei suoi giochi con gli altri ragazzi sulla neve. Essendo ormai un Educatore ,fu poi l’autore a sostenere che egli la scrisse in occasione del Natale 1857,quando era appunto Direttore del coro infantile di Savannah. Da brano ludico si passo’ quindi a Canzone Religiosa,con un nome diverso e molti cambiamenti anche nel testo,come vedremo fra poco.
C’e’ poi la versione dello stato del Massachussets, con la storia della nascita della canzone nel 1851 ed in una …Taverna! In realta’ sembra che Pierpont si sia recato a fare visita ad una certa signora Watermann,proprietaria di una pensione meglio conosciuta come ” La Taverna Simpson”.
Qui i due folleggiavano spesso al pianoforte e in una di queste occasioni venne fuori un Jingle talmente simpatico che Pierpont penso’ addirittura di venderlo. Sembra anzi che ,preso dall’euforia, abbia scritto il testo su una di quelle slitte ” open ” ,aperte,chiamate Cutter nel tragitto che portava da Medford a Piazze Malden. Nessun segreto, se si pensa che proprio il Pierpont abbia pubblicizzato come erano andate le cose! Una condotta di certo riprovevole alla quale fu poi imposto il silenzio. In realta’ Pierpont aveva una cattiva reputazione: per essere gentili lo si appellava ” musicista ribelle” ma si sussurrava su presunte avventure galanti e un modo anticonvenzionale di gestire la propria spiritualita’. Il suo modo di fare veniva spesso ” epurato”; e la medesima sorte tocco’ alla canzone,divenuta poi il simbolo dell’atmosfere Natalizia.

Patrizia%20Barrera
Ascolta QUI la mia musica!

La versione piu’ accreditata e’ che Pierpont abbia scritto la canzone di getto,mentre insegnava a Savannah( ma alcuni dicono a Boston!) le canzoni per la Messa di Natale ai bambini del coro. E sembra che la canzone sia stata cosi’ bene accolta dal pubblico dei fedeli da richiederne addirittura … il bis!
Non potremo mai sapere come siano realmente andate le cose. Cio’ che invece e’ chiaro e’ che il brano e’ orecchiabile, gradevole e di immediato impatto .Un Jingle per bambini che di religioso ha sicuramente poco o niente.

Ecco il testo Prima versione,quando fu pubblicata nel 1857 con il nome ” One Horse opens Sleigh”

Dashing through the snow
In a one horse open sleigh
O’er the fields we go
Laughing all the way
Bells on bob tails ring
Making spirits bright
What fun it is to laugh and sing
A sleighing song tonight

Now the ground is white
Go it while you’re young,
Take the girls to night
And sing this sleighing song;
Just get a bob tailed bay
Two forty as his speed.
Hitch him to an open sleigh
And crack, you’ll take the lead.

Magic Christmas album

Ascolta e Acquista QUI il tuo album di Natale: tante belle canzoni legate alla tradizione Natalizia interpretate da me!
Clicca sulla foto

Ecco la traduzione in Italiano

Correndo tra la neve
sopra un cutter col cavallo
attraversiamo i campi
ridendo a tutto spiano.
E tiriamo come matti le campanelline della slitta
per essere ancora piu’ allegri,
oh che felicita’ ridere e cantare
correndo sulla slitta stasera!

La campagna e’ tutta bianca,
divertiti finche’ sei giovane,
prenditi delle ragazze
e canta questa canzone sulla slitta,
basta calibrare bene il peso
e regolare la velocita’,
tira forte le redini
e,-opla’!- sei in pista!

Questa seconda strofa venne poi sostituita con quella che tutti noi OGGI conosciamo

Oh, jingle bells, jingle bells
Jingle all the way
Oh, what fun it is to ride
In a one horse open sleigh
Jingle bells, jingle bells
Jingle all the way
Oh, what fun it is to ride
In a one horse open sleigh

che tradotto significa

Oh le campanelline della slitta
che suonano per tutta la strada!
Oh come’ bello guidare la slitta
trainata dal cavallo!
E le campanelline suonano
per tutto il tragitto,
oh com’e’ bello guidare
la slitta trainata dal cavallo!

Il motivo del cambiamento credo sia chiaro per tutti.

Ripubblicata nel 1859 con testo e titolo cambiati, la canzone non ebbe un immediato successo di pubblico.Benche’ molto conosciuta dal popolino e normalmente cantata nelle messe Natalizie,essa restava confinata nei paesini e nei borghetti,da cui usciva come arietta nelle feste cittadine o fischiettata da commercianti di passaggio. Fu solo nel 1898 ,grazie alla rudimentale registrazione dell’Edison Male Quartet sull’allora sperimentale ” cilindro di cera “,( il Fonografo) ) che il vasto pubblico inizio’ a conoscerla e ad amarla,ma il brano originale aveva gia’ subìto mutazioni considerevoli. Ri-registrata nel 1902 da altro quartetto (eh si, erano di moda!),the HAYDEN QUARTET, ” buco’ ‘” letteralmente con l’ultimo della serie, The SHANNON QUARTET. E fu subito storia.

Rimaneggiata in tutte le salse ,il celebre brano e’ stato poi interpretato un po’ da tutti. Chiaramente Bing Crosby, la ” Voce del Natale ” se ne approprio’ nel 1943 ma.i Big del tempo se la giocarono a turno. Memorabili incisioni furono quelle di Louis Armstrong, Glenn Miller con la sua Orchestra,Nat King Cole,Perry Como…e ancora i Beatles,Pavarotti,Placido Domingo e tanti altri.

Molti associano la Jingle Bells originale alla altrettanto famosa Jingle Bell Rock del 1957,interpretata da Bobby Helms. Molto inesatto! Sicuramente il brano di Helms “strizza l’occhio ” al primo,parafrasandone alcuni passaggi.. Ma la melodia e’ di taglio moderno e si aggancia al neonato ROCKABILLY, che anticipera’ di qualche anno il ROCK. Divenuta standard Natalizio anch’essa,Jingle Bell Rock e’ l’icona del Cambiamento a favore di una musica di rottura,e rappresenta il rapido declino della tradizione delle canzoni di Natale. Sembra inoltre NON sia un caso che il brano sia stato registrato ed edito esattamente 100 anni dopo la famosa canzone di Pierpont.

Prima e unica musica suonata nello Spazio,Jingle Bells rimarra’ legata per sempre ad un filmato del 1965 in cui gli astronauti Wally Schirra e Tom Stafford, a bordo della Gemini 6 in ricognizione intorno alla terra, la cantano e la suonano con chitarra e armonica durante un fantomatico ( e divertentissimo !) incontro ravvicinato con un UFO …in livrea rossa.

23929_Pierpont-James

E ora due parole sull’Autore

James Pierpont ( Boston 1822- Savannah 1893) .Suo padre John era non solo Reverendo presso la Chiesa Unitaria della citta’,ma era un noto poeta, scrittore e musicista. Il futuro del piccolo James fu deciso a tavolino gia’ pochi mesi dopo la sua nascita, e non ci fu piu’ nulla da discutere. Partito a 10 anni per il Collegio non sembra che il pargoletto gradisse molto la vita tra quattro mura. . Sembra infatti che a soli 14 anni sia poi …fuggito per mare,imbarcandosi su una nave diretta in California, e che questo scherzetto lo abbia poi ripetuto altre volte,e sempre con pessimi risultati
Nel 1843 segui’ il padre a New York e inizio’ la sua carriera di musicista e compositore. Sposo’ una donna forte e volitiva,Cowee Millicent,che gli dette due figli. Ma evidentemente la vita matrimoniale non fa per lui,visto che nel 1849 lascia la famiglia per trasferirsi nel Massachusets per imbastire qualche affaruccio durante la corsa all’oro. Persi tutti i suoi beni in seguito ad un incendio si accodo’ al fratello John,anch’egli Reverendo, presso la Chiesa Unitaria di Savannah dove si adatto’ a fare da organista e direttore del coro di voci bianche. E fu qui (?) che poi nacque la famosa Jingle Bell: unico brano di successo che fu comunque preceduto da altre composizioni come KITTY CROWE e la COQUETTE COLORED pubblicate a Boston qualche anno prima.
Ma sembra che abbia anche composto per altri ballate,minstrels e polke come RING THE BELL,FANNY oppure WAIT ,LADY,WAIT! e molte altre.
Vedovo nel 1856 si risposo’ senza rimpianti l’anno dopo con Eliza Jane Purse,figlia del…sindaco di Savannah che a lungo si oppose a questo matrimonio,ritenendo il Pierpont ” Persona falsa,ipocrita e poco affidabile moralmente”. Iniziata la guerra civile si trasferi’sull “‘Isola della Speranza dei volontari della Congregazione” rompendo definitivamente i legami col padre, convinto abolizionista.
Scrisse anche musica per la Confederazione: ricordiamo ” STRIKE FOR THE SOUTH “,e ” WE CONQUER OR DIE”.

Jingle Bells The Shannon Quartet (1925)

Jingle Bells Bing Crosby

Ed ecco la mia versione della celebre canzone. La trovi nell’album
MAGIC CHRISTMAS. Vieni ad ascoltarlo GRATUITAMENTE!

Conosci qui le Origini del Natale!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...