Wild Wild West.


Cowboy,inizi 1800

Cowboy,inizi 1800

C’era una volta il West…Ed era aspro e selvaggio,immerso in grandi praterie e lande sconfinate dove spesso l’uomo si perdeva. La grande leggenda Americana e’ gia’ cominciata: mentre tutto il mondo cosiddetto civile stava ancora lottando per la propria supremazia o per la propria indipendenza, l’America si era gia’ conquistata sul campo la sua liberta’ e impiegava il tempo per domare quel mondo vasto e ancora sconosciuto. La spaccatura tra nord e sud e’ ormai evidente: al sud sconfinate magioni e proprietari terrieri con il loro esercito di schiavi neri e mulatti impiegati nella coltivazione di tabacco e cotone, al nord un brulicare di razze obbligate alla convivenza da interessi comuni,cioe’ l’affrancamento dalla miseria.E il sud ricco e padronale guardava con disprezzo gli straccioni del nord, puzzolenti e alcolizzati, con i loro saloon, i loro bordelli e le loro gigantesche mandrie di mucche.

Le terre erano ormai divise e gli Stati neonati si organizzavano in confederazioni: quando si parla di West si parla di Arizona, Colorado, Texas, California, Montana e in mezzo le immense praterie che ad attraversarle tutte ci volevano mesi, e spesso ci si moriva. Ai bordi delle praterie i ranch: fattorie molto oirganizzate, se si pensa all’epoca,il cui fondamentale lavoro era il raduno di migliaia e migliaia di capi di bestiame,bovini ma anche cavalli,per poi portarli a distanza di miglia per venderli e macellarli. E questo lavoro era in mano ai cowboys. La prima grande musica Americana, il Country, e’ nato con loro,scaturito dal sudore, la fatica e la solitudine che accompa

Rude,virile,quasi magico. L’iconografia del cowboy e’ zeppo di immagini commerciali NON ATTINENTI alla realta’. Poverta’,isolamento, morte precoce e spesso ingloriosa: questa la vera immagine del cowboy inizi 1800.

Vivevano isolati e in stretto contatto con le bestie. Morivano prima dei 40 anni e se sopravvivevano presentavano spesso segni di psicosi. Pantaloni di pelle arricchiti da velli di pecora per tenersi caldi, stivaloni di cuoio che si attaccavano alla pelle,giacche’ i cowboys  dormivano vestiti poiche’ dovevano essere pronti a difendere se stessi e le mandrie affidategli in qualsiasi momento.

gnavano il trasporto delle bestie da un capo all’altro del deserto,dalla bocca e dalle mani di questi piccoli grandi uomini costretti a non avere una famiglia o a dimenticarsela, se volevano sopravvivere alla poverta’..Gli uomini mucca vivevano praticamente con i loro animali; anche quando non era necessario il trasporto la loro vita si svolgeva ai margini della proprieta’, da soli in baracche crollanti e umide, dove l’unico conforto alla solitudine era il suono di un’armonica o di una chitarra.E dalla loro primitiva musica, che tranquillizzava anche gli animali, scaturi’ l’esorcismo alla paura del buio, ai pericoli della notte e alla solitudine del silenzio.

Cowboys in pausa durante il trasporto delle mandrie. Inizi 1800

Cowboys in pausa durante il trasporto delle mandrie. Inizi 1800

Patrizia%20Barrera

Parlare di Country e’ troppo semplice: il suo primo rozzo accenno e’ il Western, un genere di musica non codificata, mai trascritta e infarcita delle leggende che i cowboys si tramandavano a voce. Storie lugubri di chi aveva attraversato piu’ volte le praterie combattendo con i propri fantasmi, i quali erano diventati reali fino a fare parte delle canzoni. Uomini spaventati che durante i lunghi mesi dei raduni,impegnati a difendersi dagli assalti dei banditi e dalle razzie dei pochi indiani ancora liberi, dalle bestie feroci e dal sole del deserto,si riunivano intorno al fuoco per vegliare e suonavano qualcosa per tenersi svegli. Il silenzio era loro nemico, ed essi lo condivano con i fatti che conoscevano, le poche cose narrate da altri cowboys i quali si vantavano come bambini del coraggio dimostrato nei propri raduni.Proprio come i bambini dicono di aver visto i mostri per liberarsi dalla paura, cosi’ questi rudi  ” uomini mucca ” si inventavano i fantasmi senza testa contro cui avevano lottato. Il Western e’ nato cosi’, tra spettri e maledizioni, due accenni di chitarra e l’ululato di un lupo. Una musica che in realta’ e’ una suggestione e quindi spesso senza parole,poiche’ le parole sono scavate nell’anima. Il nostro viaggio nel West e’ appena cominciato: se avete paura del buio anche voi….non seguitemi.

 

The Quaker Colonies in America

Cliacca sulla foto e scarica GRATIS questo libro!


Filmato tutto in inglese, ma rende molto l’idea! Attivate i sottotitoli in basso!

SCARICA GRATIS!!!

Billy the Kid

Scarica Gratis questo libro IN LINGUA INGLESE sulla vera storia di Billy the Kid, il fuorilegge più famoso della old America!
CLICCA SULLA FOTO

La lettera scarlatta

SCARICA GRATIS
il capolavoro di Hawthorne! Amore ,adulterio e stregoneria nell’America coloniale del 1600. Il libro a cui si è ispirato l’omonimo film. Struggente!
Clicca sulla foto

Sei un collezionista e ami i pezzi unici? Ecco una mappa originale che mostra il mondo conosciuto nel 1853. E’ un pezzo unico, incorniciato e MAI utilizzato che puoi acquistare cliccando sull’ immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...